Articoli e consigli di lettura BICI GRILL Corsi e Incontri

Alle Radici del Nocino

Vi è mai capitato di assaggiare un ottimo nocino, dal colore nero, denso e profumato, magari come digestivo dopo una cena deliziosa, o servito su un gelato per esaltarne il sapore?

Beh, se non sapete di cosa stia parlando, segnatevi di provare, perché è davvero una delizia.

Io sono stato fortunato. Il nocino è entrato nella mia vita grazie a mio padre. Ricordo la grossa boccia di vetro lasciata a riposare in poggiolo che lentamente cambiava colore. Ogni tanto mi veniva chiesto di scuoterlo, o di aiutare nel reggere le piccole bottiglie in cui il mio vecchio riversava il liquore, invecchiato e filtrato. Sento ancora il profumo e il sapore di quando mi portavo alla bocca le dita su cui erano colate alcune gocce, scappate dal panno filtrante o dall’imbuto.

Di conseguenza, la prima cosa che ho provato a fare appena andato a vivere da solo (anche per tentare di stupire la mia ragazza) è stato quello di fare il nocino in casa. La ricetta me la feci dare proprio da mio padre.

Ottimo? No, una vera schifezza. Petrolio alcolico e appiccicoso. Deluso, ricordo di avere chiamato mio padre:

-Ehi, mi hai fregato, che ricetta mi hai dato? M’è venuto uno schifo!

-Eh cosa vuoi che ti dica? La ricetta è quella, la differenza la fanno anche le noci. Dove le hai prese?

-Boh, un albero qui lungo la via.

-Tipo lungo la strada, dove passano le macchine? Ma no! Devi cercare un albero sano, pulito, che profumi quando ci passi sotto!

Cercai quest’albero sano, un noce profumato, ma non fui capace di trovarlo, così desistetti e abbandonai la speranza di fare il mio nocino.

Ora, il noce c’è. Lo abbiamo al Bosco. Le ricette sono tante, diverse, dipendono dalla storia di ogni famiglia, dai gusti personali, da anni di correzioni, accorgimenti e modifiche. Ma comunque alla base ci devono essere le noci, raccolte al momento giusto, dall’albero giusto.

Il Noce del Bosco è quello giusto. Quello che diceva mio padre. Le sue noci sono profumate (giuro: le ho tenute in mano, sfregandole e annusando), non hanno trattamenti, sono sane, sono buone.

Insomma. Le noci ci sono. Ora serve la ricetta migliore per valorizzarle. Le Radici si sono messe in moto, hanno cercato nel loro passato, e sono tornate alla luce differenti formule.

Le stiamo realizzando tutte per voi.

Stiamo lavorando per Voi (e Noi)
Stiamo lavorando per Voi (e Noi)

 

Stiamo lavorando per voi
Stiamo lavorando per voi

Le lasceremo invecchiare.

Poi vi inviteremo ad assaggiare, per scegliere insieme la ricetta che diventerà il Nocino del Bosco d’Albarella.

Condividilo con i tuoi amici!